Loading...

 

PRODUZIONI



https://www.youtube.com/watch?v=s7GN0kFM_U4

 

Location : Calpe , Spagna

Una produzione Filmart Studio 2017

Regia di Francesco Mansutti

Fotografia Piergiorgio Grande

Suono Marco Zambrano

Drone Andrea Mescalchin


 

EN BICI CON INDURAIN

I consigli di Miguel Indurain con al suo fianco Daniel Fontana lungo le strade di Calpe (Spagna)

Un tutorial interessante per ciclisti amatoriali e appassionati di questa disciplina rivolto al mercato spagnolo




Lo sport abilita : ll racconto di chi ci ha provato

genere: storytelling

web serie

fotografia piergiorgio grande

una produzione FIlmart Studio

 


 

Obiettivo3

 

 

OBIETTIVO 3

Il nome stesso rappresenta lo scopo del progetto: all’interno del più vasto gruppo possibile di persone disabili da reclutare e da avviare all’attività sportiva, riuscire ad individuarne almeno tre che, col nostro sostegno e supporto anche economico, siano capaci di impegnarsi in una disciplina dello sport paralimpico raggiungendo il livello di competitività necessario ad ottenere la qualifica ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020.

Questo è lo scopo del progetto che andremo a documentare , raccontando  in forma di storytelling il percorso di questi atleti e la loro esperienza agonistica, preparazione sportiva, allenamenti, quotidianità , I contesti affettivi e familiari, l'esperienza della squadra, fino alla partenza per Tokio per chi ce la farà.

 




Settore : fashion

Video di prodotto

fotografia PIERGIORGIO GRANDE

UNA PRODUZIONE You Crea

Produzione esecutiva FilmArt Studio

Con la collaborazione di Redframe Studio- Padova


 

Pomikaki




ENERVIT SPORT - Diseñado para el deporte

https://www.youtube.com/watch?v=s7GN0kFM_U4


 

ENERVIT SPORT SPAGNA

ENERVIT SPORT - Diseñado para el deporte

Campagna enervit sport Spagna 2017

Spot 30" 20" 10"

Direzione Artistica : Enervit Sport

Art Direction: Massimo Caduto per Enervit Sport

 

Regia Francesco Mansutti

Fotografia Piergiorgio Grande

Editing francesco Mansutti

Suono Marco Zambrano

Produzione esecutiva FIlmArt Studio- Barbara Manni, Annapaola Facco




prodotto  : tutorial/video prodotto

fotografia Piergiorgio Grande

Una produzione Filmart studio 2016

 


 

GRANA PADANO- TUTORIAL




Dreams for innovation

 


 

Elmat videocorporate

Elmat SPA

Produzione: video corporate

Fotografia Piergiorgio Grande

Regia Barbara Manni

Una produzione You Crea 2016

Produzione esecutiva: FilmArt Studio




“Non c’è bisogno del permesso di nessuno per fare grandi cose.”
Massimo Banzi (cofondatore di Arduino)

guarda il teaser


 

Thank you maker

L’inventore del terzo millennio pensa in digitale. Progetta su computer, produce su legno, plastica, carta.

È un po’ designer, un po’ artista, un po’ appassionato del fai-da-te. Può creare giocattoli per i figli oppure avviare botteghe artigianali.

Spesso lavora nella solitudine di un garage, a volte si serve degli strumenti condivisi dai «Fablab», officine di fabbricazione digitale che noleggiano macchinari futuristici come stampanti 3D e macchine a taglio laser; spesso  confronta idee, progetti e invenzioni sul web e social network. Fa parte di una comunità vivace, iperconnessa, in espansione, che partendo dalle periferie nordamericane e dai laboratori scandinavi sta conquistando nuovi territori e latitudini, sulle ali di un entusiasmo da neorinascimento tecnologico. L’inventore del terzo millennio ha anche un nome: «Maker» .

 

Nel linguaggio dello storyteller si raccontano i makers digitali, ma non solo, del nostro territorio, supportati dalla testimonianza di altrettante storie eccellenti

E' un progetto Filmart Studio/You Crea

regia : Barbara Manni

Fotografia: Piergiorgio Grande

Music by: Paolo Agostini

 




Enervit Sport 2016

Promo Maratona delle Dolomiti 2016


 

PASSO GIAU CON DAVIDE CASSANI

Una nuova produzione per Enervit Sport. "Passo Giau" con Davide Cassani , CT della nazionale ciclismo. Un video tutorial particolare che accompagnerà lo spettatore ciclista, esperto o semplicemente amatore,  in quella salita cosi impegnativa del Passo Giau,  la più difficoltosa del circuito della Maratona delle Dolomiti. Presto on line!




Con Alex Zanardi verso le paraolimpiadi di Rio 2016

Produzione: Enervit Sport

executive producer : FilmArt Studio

Regia Francesco Mansutti

Fotografia Piergiorgio Grance

Suono Marco Zambrano

 


 

50 X RIO

Comunicato Stampa

      

“50 X RIO”

IL PERCORSO DI ALEX ZANARDI
VERSO LE PARALIMPIADI DI RIO DIVENTERA’ UN FILM

                                                                  

Passione, sacrificio, tenacia.

La vita di Alex Zanardi, padovano d’adozione, dall’incidente in auto di Lausitzring che lo ha privato delle gambe agli ori alle Paralimpiadi di Londra, è una continua fonte di ispirazione per gli sportivi di tutto il mondo.

Ora Alex ha un unico obiettivo: tornare sul tetto del mondo anche a Rio 2016, in occasione dei giochi della XV Paralimpiade estiva. I mesi di preparazione, dai ritiri della nazionale paraolimpica tra il mare, le montagne abruzzesi e le Dolomiti ai test di forza e resistenza, passando per gare, campionati e maratone in Italia e in Europa, diventeranno un film prodotto dalla padovana FilmArt Studio per Enervit Comunicazione.

Il documentario, intitolato “50 X Rio”, si baserà sul racconto sapiente di Giorgio Terruzzi, decano del giornalismo sportivo, per la regia di Francesco Mansutti e la fotografia di Piergiorgio Grande. Le riprese sono iniziate nel mese di marzo e si concluderanno a Rio de Janeiro, tra pochi giorni, dove la troupe realizzerà le scene clou del film.

Dal 20 al 22 maggio la produzione del film ha seguito Alex nelle prove di Coppa del Mondo ad Ostenda, durante le quali l’ex pilota si è aggiudicato due ori, uno nella gara su strada e uno nella staffetta, più un argento nella gara a cronometro, in una spedizione positiva per tutti i colori azzurri, che nel complesso ha fruttato ben 16 medaglie (4 ori, 5 argenti e 7 bronzi). “50 X Rio” includerà anche la recente Maratona di Roma (anche questa vinta da Zanardi) e l’ultimo ritiro della nazionale di paraciclismo a Francavilla.

Tra le scene, oltre a momenti di allenamento in solitaria in location mozzafiato fra le colline toscane e le pianure venete, anche i test con il suo preparatore atletico Francesco Chiappero e quelli al Velodromo di Montichiari con l’Equipe Enervit al completo, che accompagna e supporta l’atleta in un percorso studiato e personalizzato di integrazione alimentare.

«Un viaggio dentro il viaggio che porterà Alex Zanardi a correre per l’oro di Rio nel momento in cui compie 50 anni», anticipa il giornalista Giorgio Terruzzi, «”50XRio” racconterà la fatica, le tensioni, il lungo lavoro di preparazione fisica, mentale, nutrizionale che sta affrontando Zanardi, con la sua magnifica attitudine all'agonismo e con un entusiasmo da ragazzino felice. Sarà dunque, una storia densa, carica di sapori e parole, tenera e tirata come un’altra sfida, solo all’apparenza impossibile. Qualcosa che, grazie ad Alex, contiene un significato esistenziale prezioso e, persino, un insegnamento. Perché Zanardi, inseguendo un altro sogno, ci invita a sognare, a provarci, a migliorare. Come sempre, senza metterla giù dura».

50 X Rio” uscirà in anteprima il 27 ottobre, pochi giorni dopo il 50esimo compleanno di Alex: «Lo seguiremo fino a Rio per raccontare l’esperienza di questa Paralimpiade», annuncia Filmart Studio «non è importante la vittoria o la sconfitta, conta il messaggio che lancerà». Sarà possibile poi vedere il film in proiezioni pubbliche il cui calendario sarà comunicato prossimamente.

Ma “50 X Rio” non sarà solo la cronaca di un’impresa sportiva: «Emergerà anche un Alessandro più intimo, racconteremo l’Alex di ogni giorno, a contatto con amici e famiglia, nella condivisione degli affetti, nelle difficoltà delle relazioni e nella gestione dei mille impegni. Un lato del campione fino ad oggi mai stato raccontato».

Il primi due teaser di “50 X Rio” sono stati pubblicati sulle pagine Facebook di Enervit Sport e FilmArt Studio e sui canali Youtube di Enervit Sport (www.youtube.com/enervitsport) e sulla pagina Facebook dell’atleta  https://www.facebook.com/alexzanardiofficial.

-

50 x Rio

 

con Alex Zanardi
Scritto da Giorgio Terruzzi
Prodotto da Filmart Studio per Enervit Comunicazione
Regia – Francesco Mansutti
Fotografia – Piergiorgio Grande
Editing – Francesco Mansutti
Sound –  Marco Zambrano
Ufficio Stampa – Andrea Canton
Produzione Esecutiva – Barbara Manni e Annapaola Facco
 




Associazione onlus Bimbingamba

genere: storytelling

durata 5'40"

Produzione: FilmArt Studio

Riprese e editing: Francesco Mansutti


 

Perche disegnare il sole non sia solo un sogno

Dalla finestra di un laboratorio del Centro INAIL di Budrio guardavo il cielo plumbeo e gli abeti scossi dal vento che raccontavano di come l’inverno avesse deciso di resistere ancora un po’ alla primavera incalzante.

In quella mattina che sembrava perfetta per soccombere all’apatia e alla tristezza, il mio umore era in realtà ottimo.
Il mix di emozioni che aveva dominato il mio animo nei mesi precedenti stava finalmente lasciando il passo allo stabile ottimismo di sempre e questo grazie alle nuove certezze acquisite, alla consapevolezza che non solo avevo trovato il modo di rimettere le cose a posto, ma che i risultati conquistati con fatica fino a quel punto erano in realtà solo parte di quell’opera che mi avrebbe riportato alla bella vita di sempre.
Nel percorso che ha seguito quel giorno, ho avuto modo di confermare quella sensazione facendo cose che hanno stupito molte persone, mentre, come capita a tutti, in alcune occasioni ho dovuto alzare bandiera bianca. Provare a far cose che intuiamo essere fattibili e capire poi che invece le nostre capacità o volontà non sono sufficienti per riuscire, fa parte della vita e non solo del mondo dell’handicap che da alcuni anni mi riguarda. Senza la guida sicura e il rsostegno di un “Team” di persone capaci e preparate, come ottenere quei risultati che possono restituire il coraggio?Il progetto per l’Associazione Alex Zanardi- BIMBINGAMBA nasce proprio da questa consapevolezza. Dopo una prima collaborazione con Sergio Campo, che creò una Onlus intitolata al fratello Niccolò, scomparso prematuramente in un incidente d’elicottero mentre, da medico, era impegnato in una missione di soccorso, il progetto BIMBINGAMBA prende forma dando vita a progetti ambiziosi culminati con il recupero e la successiva ristrutturazione di un vecchio rudere sito nel parco dell’OPA, Ospedale Pediatrico Apuano, per trasformarlo in una casa-accoglienza che è stata poi donata allo stesso ospedale.
Bambini ai quali un tempo veniva negata una possibilità solo perché provenienti da paesi in cui nessuno provvede a loro, ritrovano il sorriso grazie ad una forma di normalità che non ha solo una valenza tecnica. Ora che si sentono accettati, ora che gli sguardi degli altri non cadono più sulla menomazione ritrovano coraggio, fiducia in se stessi e il desiderio di riappropriarsi del loro ruolo.




E' on line la versione integrale del cortometraggio "La Corsa"

un film di Renzo Carbonera (13')

prodotto da FilmArt Studio 2014

fotografia Giovanni Andreotta

Cast: Anita Kravos, Fabrizio Romagnoli, Vasco Mirandola

 


 

LA CORSA

"Lo scopo di questo film breve è quello di mostrare sotto una luce inedita alcune delle mille sfaccettature che caratterizzano il rapporto uomo-donna. Un rapporto conflittuale, in cui si intravedono rinunce, compromessi, paure, passioni, ponti costruiti e distrutti, sia tra due individui che tra due comunità: quella da cui i due provengono e quella in cui si ritrovano inseriti. Come sfondo della storia individuale, una comunità dentro alla comunità, nella fattispecie quella greca. Quest’ultima,  inserita, ma anche ben definita, all'interno del nord-est italiano fatto di infinite pianure, di centri commerciali e periferie di cemento. Attraverso atmosfere prevalentemente notturne, il film pone al suo centro la complessità del conflitto uomo-donna. Una riflessione sulla tendenza contemporanea a sviluppare relazioni sempre più complesse e fragili, e a volerle al tempo stesso regolare sempre di più. Ciò purtroppo ci fa generalizzare sempre di più anche dinamiche e aspetti della vita che sono invece singolari e unici, come è normale che siano i rapporti intimi e personali. Con il fine di instillare delle domande nello spettatore, mostriamo i limiti ed i pericoli che si corrono nel trattare l’emozione in maniera astratta, quasi giuridica, addirittura, sicuramente arida. Il fatto che ci ostiniamo nel voler regolamentare proprio tutto, anche ciò che non si può regolamentare, ha del paradossale. Stiamo forse rischiando una “burocratizzazione” progressiva dei sentimenti, sopraffatti dai nostri dubbi e dalle nostre ossessioni?"

Renzo Carbonera

 
 



 

 

                




Da un soggetto di Francesco Verni e Diego D. Dimattia


 

GIORGIO CAVAZZANO- scatti da backstage

Ecco alcuni scatti da backstage della produzione in corso con il Maestro GIorgio Cavazzano per la realizzazione del docufilm "GIorgio Cavazzano La Memoria nei segni"


                                


Sta arrivando! https://youtu.be/6fGTEoAgBxM

Cliente: Grana Padano

regia Francesco Mansutti

Fotografia Giovanni Andreotta

FilmArt Studio 2015


 

Grana Padano , 5 secondi-trailer

Ecco il trailer della nostra più recente comunicazione

Un anno di eventi ed imprese di Alex Zanardi  con Grana Padano

https://www.youtube.com/watch?v=6fGTEoAgBxM

Prestissimo su granapadano.it

 




APP MOBILE innovativa e ad alta valenza sociale


 

PAROLEINSEGNO

La nuova APP MOBILE PAROLEINSEGNO permetterà  di digitare una frase in italiano e visualizzare una clip video della traduzione in LINGUA ITALIANA DEI SEGNI (LIS).

ParoleInSegno si rivolge prioritariamente ai famigliari normoudenti di bambini con disturbi della comunicazione verbale , ma fornisce anche un valido supporto a maestre, insegnanti di sostegno, educatori, riabilitatori, allenatori di attività sportive, che lavorano a stretto contatto con questi bambini e che non hanno una formazione specifica.

Facilitare la loro comunicazione significa includerli nella vita sociale, permettendo lo sviluppo di autonomie e abilità relazionali, comunicative e di apprendimento. Tutto questo con ricadute positive sulla qualità della vita degli stessi bambini e del contesto in cui sono inseriti.

ParoleInSegno sarà di supporto ai metodi riabilitativi attualmente in usoe permetterà  al bambino di sviluppare una comunicazione precoce, in particolare con i genitori, evitando così problemi di isolamento dalla realtà e scarsa concezione del sé.

Un progetto ideato da Daniele Zanon per FilmArt Studio e in collaborazione con Fondazione Lions e Gas (Global Automation System)




Promo Grana Padano "Healthy and Tasty, how to be an Ironman"


 

Grana Padano

Orgogliosi di annoverare il Consorzio Grana Padano fra i nostri clienti stiamo lavorando alla realizzazione di due progetti . Il primo legato alle attività del  Consorzio a Expo 2015 MIlano con il ristorante stellato Identità golose, il secondo sarà uno story teller che vuole raccontare il campione paraolimpico nonchè  l'uomo Alex Zanardi e le imprese che hanno visto Grana Padano al suo fianco nell'arco del 2015.

Prodotto da FilmArt Studio per Consorzio Grana Padano

scritto da Daniele Zanon

regia e montaggio Francesco Mansutti

Fotografia Giovanni Andreotta




PADOVA, TEATRO VERDI 15 FEBBRAIO 2015

SINTESI DELLO SPETTACOLO  A FAVORE DELL'ASSOCIAZIONE ONLUS ALEX ZANARDI BIMBINGAMBA

Riprese e montaggio Massimo Toniato

Regia di Barbara Manni

Photos by Daniele Gobbin

https://www.youtube.com/watch?v=g1ZUYGJVfpI


 

EVENTO "CON ALEX PER BIMBINGAMBA"

Una serata emozionante all'insegna del divertimento e della solidarietà!!

una produzione FilmArt Studio-Associazione Pa.t.os

regia di Barbara Manni


                                            


Promo dell'associazione Onlus Alex Zanardi Bimbingamba

regia barbara manni e francesco mansutti

fotografia daniele gobbin

produzione FilmArt Studio 2015


 

BIMBINGAMBA, perchè disegnare il sole non sia un sogno

L’Associazione “Alex Zanardi” BIMBINGAMBA Onlus opera grazie a R.T.M. Ortopedia e Centro di Riabilitazione Casalino con la collaborazione di Clinica Mobile nel Mondo del Dottor Claudio Costa. I bambini vengono assistiti durante tutta la loro permanenza in Italia anche dal punto di vista logistico. Ad oggi sono stati trattati oltre 100 bambini amputati. L’Associazione inoltre sta lavorando attivamente al progetto BIMBINGAMBA – Sport per avviare alla pratica dell’handbike i bambini  amputati o con lesioni spinali.


                 


Genere: evento

Dove: Padova, Teatro verdi

Quando: 5 febbraio 2015

Con chi: Alex Zanardi e tanti amici artisti amici di Alex e dell'Associazione Alex Zanardi, Bimbingamba

Una produzione FilmArt Studio- Associazione pa.to.s


 

CON ALEX PER BIMBINGAMBA

Un futuro tutto nuovo, una rinascita. Regalare un sogno ad un bambino, a maggior ragione, quando questo bimbo ha dovuto affrontare un evento come un'amputazione, è possibile. Come? Anche semplicemente partecipando alla serata di solidarietà “Con Alex per BIMBINGAMBA” Giovedì 5 febbraio al Teatro Verdi. Dalle 20.45 saliranno sul palco Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, Diego Agantatuono, Fausto Leali, Gene Gnocchi, Luisa Corna, Aba e Dave Falciglia, per alternarsi fra sketch, performance, canzoni e far conoscere il percorso e le attività della ONLUS BIMBINGAMBA. Un'associazione, voluta da Alex Zanardi, che realizza protesi per i bambini amputati e senza assistenza sanitaria.


Iass è un bambino siriano di 12 anni che ha perso una gamba in un bombardamento aereo.
Jop è un ragazzino senegalese di 14 anni, amputato ad una gamba, per via di un morso di un animale.
Cristina, 13 anni, è una ragazzina moldava con una malformazione congenita ad un braccio. Loro e molti altri sono stati accolti da BIMBINGAMBA.
Ma il 5 febbraio, con il ricavato dell'evento, potrebbe essere possibile fare un passo in più e raccogliere fondi per acquistare dei giochi intuitivi concepiti per la fisioterapia e il riequilibrio del paziente e offrire ospitalità alle famiglie dei bimbi che arriveranno nei prossimi mesi.   

Saranno presenti all'evento Alex Zanardi, da sempre accanto alla ONLUS con il suo impegno e la sua testimonianza attiva, e l'intera équipe medica di RTM Ortopedia, centro medico di riferimento dell'Associazione.
Direzione musicale GNC Good News Choir.
Conduce la serata Elisa Barzon.

Con la direzione artistica di Paola Toffano di pa.to.s Associazione e la regia di Barbara Manni di FilmArt Studio, un importante appuntamento per Padova per contribuire, attraverso la sensibilità dei suoi cittadini, a ridare il sole e un sorriso a tanti bimbi in gamba nel mondo! Alla realizzazione dell'evento hanno contribuito come main sponsor CA-MI Kamila e Castelli, insieme a Consorzio Tutela Grana Padano, Istituto Flebologico Italiano, Asics Italia, Valbona Industria Alimentare, Vittoria, Msport Car Outlet, Beauty Global Solution e Antico è, con la collaborazione di Impresa e Sport.


BIMBINGAMBA è una co-produzione FilmArt Studio e pa.to.s Associazione, realtà protagoniste del territorio nel mondo della produzione video della comunicazione integrata con una consolidata esperienza nell’ideazione, organizzazione e promozione di manifestazioni, anche a scopo benefico, ad alto impatto mediatico.




Genere docufilm

Durata 70'

Con il contributo della Regione veneto, Fondo  sviluppo per il Cinema e l'Audiovisivo


 

Giorgio Cavazzano, la memoria nei segni

“Per me il Fumetto è un'arte e Giorgio Cavazzano è l'artista, l'uomo della Disney. Un personaggio che non si deve perdere nel tempo. Dalla mia ricerca di artisti veneti e dal mio interesse anche per il fumetto, nasce l'idea di questo documentario: “Giorgio Cavazzano, la memoria nei segni”

FilmArt Studio e Goldwing Film, in collaborazione com Associazione Officine delle Idee, hanno avviato la fase di produzione di questo progetto per documentario prefiggendosi di promuovere nel mondo il grande disegnatore Giorgio Cavazzano. Tutto ciò attraverso la produzione di un vero e proprio film d'autore di alto valore culturale, dedicato non solo agli amanti del fumetto.

Giorgio Cavazzano sarà protagonista e voce narrante, direttamente dalla sua Venezia, di aneddoti e di incontri professionali, di amicizie e di geniali idee che hanno consentito a sapienti mani, la stesura di splendide storie disegnate.
Interviste a grandi personaggi in varie città italiane racconteranno, ognuna a suo modo, la genialità dell’artista fino ad arrivare agli Stati Uniti, patria di Walt Disney e dell’uomo che disegnava i paperi: Carl Barks. Ci accompagneranno per apprendere la perfetta tecnica che dall’idea di uno sceneggiatore permette di arrivare alla materializzazione del personaggio sulla carta da disegno.

Ancora per 36 ore è attiva la campagna di crowdfunding per supportare questo progetto , https://www.indiegogo.com/projects/giorgio-cavazzano-la-memoria-nei-segni . Per chi ci ha già supportato GRAZIE GRAZIE GRAZIE. Per chi potrà farlo anche all'ultimo momento GRAZIE GRAZIE GRAZIE!




Si conclude con 3 vincitori il contest di Padova Meeteen "Io sono Ecoista"


 

Progetto "Io sono ecoista" 2014

Ed anche quest’anno siamo giunti alla conclusione dell’edizione 2014 del Contest Io Sono Ecoista. Come tutte le cose belle, iniziano e finiscono, ma anche quest’anno siamo orgogliosi della partecipazione da parte dei diversi Istituti superiori di Padova , dei docenti, delle idee e delle opere prodotte.

I giovani sono stati invitati a presentare le loro idee per una campagna di sensibilizzazione sui temi proposti.
Fornendo loro il claim “io sono ecoista”, le linee guida e le indicazioni utili per sviluppare un progetto capace di diffondere un messaggio di responsabilità e consapevolezza, i ragazzi hanno di nuovo risposto positivamente con proposte diversamente efficaci e rappresentative di una loro personale idea di senso civico, di rispetto del bene comune e dell’ambiente.

Dopo un’attenta selezione dei progetti ricevuti il contest si conclude con la premiazione dell’idea migliore. FilmArt Studio in collaborazione con L'assessorato alle politiche sociali del comune di Padova ha così premiato  i vincitori e ottimizzato i progetti che verranno utilizzati per una campagna cartellonistica e sui monitor dei bus cittadini per tutto il mese di maggio.

Il primo premio per la cartellonista è stato assegnao alla classe 4^ c del liceo delle scienze umane "Duca D'aosta " di Padova che ha lavorato suil tema del rispetto per l'ambiente proponendo una rivisitazione creativa e contemporanea della "Primavera" del Botticelli.

 




Ecco il backstage della "Corsa" un piccolo assaggio del lavoro enorme della nostra troupe e del cast eccezionale che ci hanno accompagnato con grande professionalità in questa esperienza!

https://www.youtube.com/watch?v=TnhL9f65RuQ&feature=youtu.be


 

La corsa: il backstage




Il backstage dei laboratori E SIGNING con questi formidabili ragazzi!

https://www.youtube.com/watch?v=4EM1VbxsLdU


 

E-SIGNING, essere nella diversità

La LIS (LINGUA ITALIANA DEI SEGNI) non è un semplice alfabeto manuale o un supporto all’espressione della lingua parlata, ma una lingua con proprie regole grammaticali, sintattiche, morfologiche e lessicali. Si è evoluta naturalmente, come tutte le lingue, con una struttura molto diversa dalle lingue vocali, più comunemente conosciute, che utilizza sia componenti manuali (es. la configurazione, la posizione, il movimento delle mani) che non-manuali, quali l’espressione facciale, la postura, ecc. Ha meccanismi di dinamica evolutiva e di variazione nello spazio (i “dialetti”) e rappresenta un importante strumento di trasmissione culturale. È una lingua che viaggia sul canale visivo-gestuale, integro nelle persone sorde e ciò consente loro pari opportunità di accesso alla comunicazione.

La Lis deve essere uno strumento a portata di tutti, giovani sordi, famiglie ed elementi sociali che si rapportano con questa difficile realtà.

I giovani sordi sono inseriti in strutture scolastiche che non sempre hanno esperienze e professionalità specifiche per la sordità creando così un danno educativo spesso irreversibile o comunque difficilmente recuperabile.

Per questo motivo è stato creato presso l'Issis Magarotto di Padova  questo favoloso percorso di apprendimento della LIS che, che con l’ausilio di operatori esperti, ha voluto favorire l'apprendimento delle nozioni base della lingua ai giovani udenti. I ragazzi sordi si sono messi in gioco con alcune classi dell'Istituto Scarcerle di Padova che hanno aperto mente e cuore e sono usciti certamente arricchiti da questa esperienza

L'obiettivo di favorirne l'integrazione è stato pienamente centrato.

I cortometraggi prodotti saranno a breve fruibili sul sito www.toccaanoi.net , il luogo della partecipazione attiva!

Grazie a Vasco Mirandola per la direzione artistica del progetto

A Daniele Zanon per la regia

A Francesco Mansutti e Raffaella Rivi per le riprese e il montaggio

A Mirko di Cataldo per il suono

A Carmela  Bertone per l'intepretariato

A Davide Falciglia per la collaborazione

https://www.youtube.com/watch?v=4EM1VbxsLdU




ll videoclip "CHANGE YOUR MIND" di Dave Falciglia e Silvia Alberti, interpretata da Dave Falciglia. Stupenda colonna sonora del corto La Corsa ... Regia di Massimo Toniato, fotografia di Lorenzo Pezzano


 

Dave Falciglia

Si tornerà nei luoghi della "Corsa" per la produzione del videoclip, per la regia di Massimo Toniato, "CHANGE YOUR MIND" di Dave Falciglia e Silvia Alberti. Stupenda colonna sonora appositamente scritta da Silvia e Dave e poi arrangiata da Francesco Giacomello  per il cortometraggio, in cui Dave, cantautore padovano classe '85, ha deciso di lanciare una nuova scommessa con se stesso: dopo 12 anni di intensa attività prettamente rock, ha voluto dar voce a quelle sonorità più intime, che da sempre l'hanno accompagnato nel percorso di artista, ma alle quali non ha mai dato forse il giusto spazio.

Spiega Dave:

"Ho scritto la melodia di Something could have never known quasi per caso. Silvia Alberti, fedele compagna di attività sportiva (militiamo infatti nella stessa squadra di pallavolo), entusiasta di aver approcciato lo studio del pianoforte, in un impeto creativo ha partorito una piccola perla. Curiosa e desiderosa di condividerla con me, me la fece sentire. Altrettanto travolto da simil impeto creativo, decisi di appoggiarci una linea melodica il più incisiva possibile. Ecco nata la magia del brano. Successive le numerose modifiche e la decisione di affidare l'arrangiamento al sapiente orecchio e alla navigata mente di Francesco Giacomello, pluripremiato produttore ed arrangiatore padovano.
Collaboro con FilmArt da ormai un anno per altri progetti, e con il corto in fase di produzione mi è stato chiesto di adattare il brano alle esigenze della produzione. Da qui il testo, sebbene liberamente interpretabile, ad illustrare la complessità di un rapporto d'amore, spesso controverso e complesso, in cui risultà prepotentemente lampante il motto: le scelte devono essere condivise da entrambi, altrimenti ci si infila in un vicolo cieco."

 

Facebook: Link

 




Casting e location e imprenditori sensibili e d'eccellenza per questo breve film.

 

Genere: cortometraggio 13'

Arri Alexa

Scritto da : Barbara Manni e Renzo Carbonera

Regia: Renzo Carbonera

Fotografia: Giovanni Andreotta

Montaggio: Elena Cabria

Assistente al montaggio: Alice Longo

Colorist: Sergio Cremasco

Una Produzione : FilmArt Studio- Officina Immagini

Ufficio Stampa: Silvia Gorgi

Comunicazione: Silvia Colautto


 

"La Corsa"- Sinergie vere.

Casting,  location e imprenditori sensibili e d'eccellenza, per questo breve film appena girato e ora in fase di post produzione.

 

Un film dolce e forte e intenso allo stesso tempo il cui scopo  è quello di mostrare sotto una luce inedita alcune delle mille sfaccettature che caratterizzano il rapporto uomo-donna. Un rapporto conflittuale, in cui si intravedono rinunce, compromessi, paure, passioni, ponti costruiti e distrutti tra diverse comunità.  Come sfondo una comunità dentro alla comunità, nella fattispecie quella greca, inserita ma anche ben definita all'interno del nord-est italiano fatto di infinite pianure, di centri commerciali e periferie di cemento.

Il ruolo della protagonista femminile (Eleni), una quarantenne italo greca, è stato  interpretato da Anita Kravos. http://www.mymovies.it/biografia/?a=74120 fresca fresca di Oscar con "La grande belllezza " di Sorrentino.

Il protagonista maschile, (Nikos) un italo greco cinquantenne, è  interpretato da Fabrizio Romagnoli , www.fabrizioromagnoli.it , mentre Vasco Mirandola, www.vascomirandola.it , riconosciuto attore padovano, ha vestito i panni di un  carabiniere.

Ma come è stato  possibile realizzare un progetto  di tali dimensioni con un  budget ridotto? Impossibile,  senza la sensibilità di operatori, imprenditori e amministrazioni locali. Molto è stato scritto in questi giorni su quest'esperienza, di cui è stata avviata ieri la fase di post produzione. Articoli, trasmissioni e interviste , diversi contributi editoriali tutti molto apprezzati e ben fatti  ma che per ovvie esigenze di comunicazione non hanno potuto però dare spazio e onore al merito a chi ha davvero contribuito a far si che questo film si potesse realizzare.

In questo spazio però , che è solo nostro, questo è possibile. E' possibile ricordare e ringraziare chi è stato con noi.

Lo faremo a modo nostro,  semplice ma vero,  partendo dal MAIN Sponsor nonchè location principale del film:

lo "ZEUS DOC RESTAURANT "di Noventana (Pd) www.zeusdoc.it
A Petros  , coach preziosissimo che si è dedicato  ai nostri due attori protagonisti per insegnar loro  il ballo e la lingua greca. E grazie ad Antonio che gestisce con grande mestiere e passione questo locale,  dove la grecia si respira in ogni angolo, in ogni sapore, in ogni sorriso e in ogni gioioso passo di danza.

L'Hotel Abano Ritz di Abano Terme e le sorelle Polettowww.abanoritz.com , squisite albergatrici nonchè eccellenti manager di grandissima sensibilità.. Hanno coccolato attori e troupe per giorni senza fargli mancare davvero nulla. Anche l'Hotel Ritz è stato utilizzato per ambientare due scene del film cosi come il ristorantino vintage "Brutto Anatroccolo" che si trova nello stesso edificio ma che  vive di una vita sua con eccellenze  culinarie per palati "esperti".

L'Assessorato alle Politiche Sociali del comune di Padova che ha creduto nel progetto e lo ha sostenuto mettendo a disposizione la propria struttura all'interno della quale è stata ricostruita una stazione dei carabinieri per una scena clou del film.

Ed ancora, il Cinema Lux, Il Fish Market Club, Il Forum wellness Club sono le altre importanti location che hanno aperto le loro porte al film e che hanno contribuito a conferire a questo progetto il giusto sapore...

Un ultimo, ma non meno importante ringraziamento, lo dobbiamo infine a Modacleb4, www.modacleb4.it , una grande azienda di abbigliamento tutta padovana gestita da Stefania Brogin e dalle sue 3 sorelle, che hanno vestito con passione ed eleganza la nostra protagonista Anita Kravos e alcune comparse del film.

Grazie anche al sostegno di Stivanello Auto (Mellaredo) PD e a Agora traduzioni di Stilianos Nalmpantidis (Vicenza)

 

Insomma grazie! Un progetto di sinergie vere!!

FilmArt Studio

Barbara e Paola

 

 

Photos By Antonio Rasi Caldogno


                                      


Un esperienza magica per favorire l'integrazione fra giovani sordi e giovani udenti.


 

E signing: i laboratori sono iniziati

Ma quanto parlano questi giovani sordi!

Pensavamo di poter lavorare nel silenzio per realizzare  questo fantastico laboratorio di e signing e invece fanno un gran chiasso anche i giovani sordi dell'Issis Magarotto  , tanto quanto ne fanno i giovani udenti  dell'Istituto Scarcerle di Padova, con l'unica differenza che ai primi è impossibile chiedere di stare zitti, perchè  non ti sentirebbero .

Umorismo  a parte, sono iniziate le riprese questa settimana, dopo un lungo  periodo di preparazione. I laboratori teatrali sono stati gestiti dall'attore Vasco Mirandola con lo scopo di preparare questi giovani a sceneggiare ed interpretare vari ruoli per poi girare 15 cortometraggi che documentino la loro interazione con altri giovani udenti al fine di trasferirgli alcune nozioni base della Lis, la lingua dei segni.

Ci ha colpito l'entusiamo, l'impegno e la partecipazione di questi giovani, la voglia di conoscersi ed arricchirsi vicendevolmente, di superare le barriere. Un esperienza dolce che vi documentiamo con poche ma significative immagini.

 

Regia di Daniele Zanon

Fotografia e montaggio di Francesco Mansutti

Una Produzione FilmArt Studio- Issis Magarotto

 

 


                       


FilmArt studio ha abbracciato questo progetto fantastico e prodotto il primo videoclip "Come together"

 


 

Il "Trio lennon" : il videoclip "Come together"

Con il Trio Lennon (Roberto Molinelli, Alessandro Culiani e Luca Marziali) FilmArt Studio ha  aperto una collaborazione dalle grandi potenzialità che prevede l’ideazione di un immagine coordinata, dei mezzi di promozione, l’ufficio stampa on o offline nonché servizi di management e realizzazione di eventi.

Il videoclip è ora  disponibile  comelo sarà presto il primo cd già in fase di registrazione.

Il Trio è composto da alcuni tra i più affermati solisti marchigiani, tutti diplomati con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio "G. Rossini" di Pesaro.
Svolge intensa attività concertistica sia in Italia che all'estero, svolgendo centinaia di concerti in tutto il mondo. Il repertorio spazia dal classico al romantico, dalla scuola viennese alla musica americana, fino a prime esecuzioni assolute di composizioni dedicate a questa formazione.


Le song dei Beatles sono tutte famosissime e sono unanimemente riconosciute come parte del patrimonio culturale e musicale del secolo appena trascorso.
Nell'adattare queste canzoni, Molinelli non ha voluto fare un semplice lavoro di trascrizione, ma bensì una sorta di "riscrittura" dei brani per strumenti classici, assai diversi da quelli tipici del mondo del pop e del rock: chitarre elettriche, basso e batteria. Le immortali melodie del quartetto di Liverpool sono state elaborate e ripensate in una stesura diversa dall'originale, di più ampio e sinfonico respiro, ma che conserva inalterate le caratteristiche liriche ed espressive che ne hanno decretato il duraturo successo, nonché quelle più propriamente ritmiche, come in "Hey Jude", dove potremo ascoltare i musicisti usare i loro strumenti classici in un modo diverso da quello tradizionale, con effetti tipici degli strumenti a percussione.

FilmArt studio ha abbracciato questo progetto fantastico, ne cura l'immagine e l'ufficio stampa e il managment , in italia e al'estero e per l'occasione ha recentemente prodotto il primo videoclip ufficiale del singolo "come together". (mccartney/lennon)

http://www.youtube.com/watch?v=XpHztIPvrXI
www.triolennon.com

Un progetto realizzato in collaborazione con Diesis Atelier www.diesisart.com


                       


Giuseppe Tartini :  un artista eccellente ma trascurato e poco noto al grande pubblico,rivive e rinasce insieme alle sue opere in questo documentario d'autore in fase di preparazione.

Soggetto di Isabella Carpesio

Sceneggiatura: Renzo Carbonera

Regia : Renzo Carbonera

Una produzione FilmArt Studio- Venicefilm  2013/14


 

Giuseppe Tartini: il suono che unisce

Alcuni grandi personaggi del passato, pur essendo noti a molti, sfuggono tuttavia alla conoscenza dei più: Giuseppe Tartini, violinista e compositore che lavorò e visse prevalentemente a Padova tra il 1721 ed il 1770, ricade in questa categoria di artisti eccellenti a volte trascurati e poco noti al grande pubblico. Quanti padovani sanno che nell'ex chiesa di Santa Caterina in via Cesare Battisti sono sepolte le sue esequie? Paradossalmente il nostro artista risulta essere più famoso nell'universo dei lettori di Dylan Dog, fumetto noir, poiché il protagonista è solito suonare con il clarinetto il “Trillo del diavolo”, composizione tartiniana appunto; nell'immaginario collettivo infatti la figura di Tartini è associata al mito faustiano del “patto col diavolo” a causa di un leggendario racconto scritto dall'astronomo-scrittore settecentesco Jérôme Lalande. La realtà della vita di Tartini smentisce di molto questa mitologia d'artista, non essendo tuttavia affatto priva del suo particolare fascino.
La storia e la personalità del compositore risulta contraddittoria e sfaccettata come un diamante. Nato a Pirano da padre fiorentino nel 1692, sfuggito ad una carriera ecclesiastica imposta dalla famiglia, frequenta l'università giurista di Padova divenendo dapprima spadaccino fuoriclasse e poi violinista eccelso; sposa una donna contro il volere della madre e del vescovo, scappa poi ad Assisi e chiuso nel convento studia musica e violino come autodidatta per tre anni, torna in Veneto dove diviene primo violino della Veneranda Arca del Santo, si sposta in Boemia, torna ancora a Padova dove fonda nel 1727 la famosa “Scuola delle Nazioni” in cui insegnerà violino a studenti provenienti da tutto il mondo. Nel frattempo continua a comporre centinaia tra sonate e concerti per violino e a dedicarsi allo studio comparato di musica e scienza, pubblicando diversi scritti, quasi sempre osteggiati dalla critica dell'epoca per la loro complessità.




L'Associazione Bimbingamba realizza  le protesi per i bambini che hanno subito amputazioni e che non possono usufruire  dell’assistenza sanitaria.

un progetto in collaborazione con Pietrograndepartners


 

Campagna di comunicazione "Associazione Alex Zanardi Bimbingamba"

Marzo 2002

Dalla finestra di un laboratorio del Centro INAIL di Budrio guardavo il cielo plumbeo e gli abeti scossi dal vento che raccontavano di come l’inverno avesse deciso di resistere ancora un po’ alla primavera incalzante.

In quella mattina che sembrava perfetta per soccombere all’apatia e alla tristezza, il mio umore era in realtà ottimo.
Il mix di emozioni che aveva dominato il mio animo nei mesi precedenti stava finalmente lasciando il passo allo stabile ottimismo di sempre e questo grazie alle nuove certezze acquisite, alla consapevolezza che non solo avevo trovato il modo di rimettere le cose a posto, ma che i risultati conquistati con fatica fino a quel punto erano in realtà solo parte di quell’opera che mi avrebbe riportato alla bella vita di sempre.

Nel percorso che ha seguito quel giorno, ho avuto modo di confermare quella sensazione facendo cose che hanno stupito molte persone, mentre, come capita a tutti, in alcune occasioni ho dovuto alzare bandiera bianca. Provare a far cose che intuiamo essere fattibili e capire poi che invece le nostre capacità o volontà   non sono sufficienti per riuscire, fa parte della vita e non solo del mondo dell’handicap che da alcuni anni mi riguarda.

Senza la guida sicura e il sostegno di un “Team” di persone capaci e preparate, come ottenere quei risultati che possono restituire il coraggio?
Il progetto per l’Associazione Alex Zanardi- BIMBINGAMBA nasce proprio da questa consapevolezza.

Dopo una prima collaborazione con Sergio Campo, che creò una Onlus intitolata al fratello Niccolò, scomparso prematuramente in un incidente d’elicottero mentre, da medico, era impegnato in una missione di soccorso, il progetto BIMBINGAMBA prende  forma dando vita a progetti ambiziosi culminati con il recupero e la successiva ristrutturazione di un vecchio rudere sito nel parco dell’OPA, Ospedale Pediatrico Apuano, per trasformarlo in una casa-accoglienza che è stata poi donata allo stesso ospedale.

Bambini ai quali un tempo veniva negata  una possibilità solo perché provenienti da paesi in cui nessuno provvede a loro, ritrovano il sorriso grazie ad una forma di normalità che non ha solo una valenza tecnica.
Ora che si sentono accettati, ora che gli sguardi degli altri non cadono più sulla menomazione ritrovano coraggio, fiducia in se stessi e il desiderio di riappropriarsi del loro ruolo.


Alex Zanardi




A Proposito di Padova

un film di Isabella Carpesio

 


 

Street Cinema, a proposito di Padova

Sinossi
Street Cinema, ovvero crocevia artistico di immagini in movimento, fotografia, musica ed architettura, sulla scia stilistica delle avanguardie cinematografiche degli anni ’20, le “sinfonie della città” che riprendevano scene del quotidiano metropolitano. Il titolo prende spunto anche dalla “Street Photography” che è “un genere fotografico, più precisamente un genere di reportage,  un’istantanea della vita urbana osservata per strada nella sua quotidianità e nei suoi molteplici aspetti: l’ironia, la tragedia, l’imprevedibilità, la bellezza ed anche la crudeltà. Le immagini di questo genere fotografico sono lo specchio della società e delle persone che la compongono, catturate durante la vita di tutti i giorni che va in atto negli spazi pubblici. Essere uno street photographer significa percepirne gli umori, gli odori, i colori, viverla con intensità per poi cercare di rappresentarla solo dopo averla assorbita.”
Ispirati da questa poetica e dalle celebri fotografie di Padova scattate da Giovanni Umicini, abbiamo lavorato alla creazione di un filmato che restituisca l’atmosfera della città. ll tentativo è quello di generare una grande “danza cinematografica” in cui vie, persone, case, palazzi, monumenti, ponti, murales, il vecchio ed il nuovo, la notte ed il giorno e le differenti stagioni si susseguano per creare l’occasione di un nuovo vedere.
Riprese digitali sono inframmezzate da materiale inedito girato in pellicola dallo stesso Umicini a Padova nei primi anni ’90. I filmati sono stati realizzati con la stessa filosofia delle sue foto, in base alla quale riprendere è quasi un “pescare” dalla strada, mare ricco di prede impreviste.
Ci chiediamo se sia possibile mostrare quella Padova che tutti conoscono come fosse una città ancora da scoprire, rincorriamo “scatti inediti” riconoscibili ma tuttavia misteriosi. La ricerca di differenti punti di vista, accompagnati da un percorso musicale, ha la finalità di creare meraviglia sia nel cittadino sia in chi proviene da oltre le mura: lo stesso Umicini, nato in Toscana, diviene simbolo del “viaggiatore” che ha colto più dei cittadini stessi le qualità e l’essenza della città attraverso la fotografia.
Il fine estetico è la dinamizzazione dei contesti urbani, che date le loro contraddizioni, grazie alle loro contraddizioni, rendono la città vibrante di energia. 
L’importanza del progetto risiede anche nel coinvolgimento di professionisti ed artisti provenienti da diversi settori (cinema, fotografia, musica, danza), così da far scaturire un dialogo attivo tra le arti.
La creazione di una colonna sonora ad hoc si costituisce parallelamente al progetto visivo, in modo da non subordinare nessun settore ad un altro.
Lo specifico filmico diviene allora “raccoglitore” delle diverse esperienze artistiche, manifestazione di mondi che si compenetrano per favorire un ampliamento dello sguardo: perché anche il semplice camminare in una via della città divenga momento di gioco per gli occhi e arricchimento per il pensiero.


                                


Un progetto FilmArt Studio realizzato con il sostegno di Acegas - Aps e del Comune di Padova- Assessorato alle politiche sociali

Campagna di sensibilizzazione sociale

spot  http://www.youtube.com/watch?v=rGKL3TQ_RBM

web: www.padovameeteen.it


 

Padova Meeteen

Una  nuova, alternativa occasione di comunicazione e dialogo con i giovani del nostro territorio.

Ormai alla sua 4° edizione, Padova Meeteen è una campagna di sensibilizzazione sociale all'insegna dell' empowerment che vuole  coinvolgere sempre di più i giovani non solo come spettatori passivi o  passivi fruitori di offerte spesso non condivise lavorando  sempre più sul concetto della partecipazione  e di conseguenza della consapevolezza.

Una  nuova, alternativa occasione di comunicazione e dialogo con i giovani del nostro territorio.

www.padovameeteen.it


              

Alex Zanardi

Una sintesi emozionante della carriera del pilota e campione olimpico Bolognese Alex Zanardi, musicata dai "Sickle"

Una produzione Film Art Studio 2012

repertorio 2000/2012-tutti i diritti riservati

montaggio: Nicola Pittarello

Musiche originali: The Sickle

 

 


           


5 ottobre 2013 al vintage Restaurant “Brutto anatroccolo” di Abano Terme

Un evento non convenzionale 

A cura di FilmArt Studio e Abano Ritz


 

Ri-conosciamoci: CINEFOOD AND MUSIC EXPERIENCE.

La provincia di Padova possiede un ricco e diversificato patrimonio che racchiude in sé tutti i valori e i saperi di un territorio dalla grande storia.

RI-CONOSCIAMOCI vuole favorire l’integrazione delle azioni promozionali fra gli operatori dell’ospitalità, delle istituzioni pubbliche con quelle di altri settori (Camere di Commercio, ICE, Enti Locali), nonchè contribuire a rafforzare l’immagine delle produzioni "Made in Veneto" in Italia e all’estero.
Lo faremo raccontando l’arte del cibo delle nostre terre, attraverso visioni di panorami mozzafiato dei nostri territori e della nostra gente.
Durante la cena verranno, infatti, proposti due brevi documentari promozionali “Monselice, dove la terra si fa storia, arte tradizione” e “Montagnana Storia e Incanto” prodotti da FilmArt Studio - Padova, per la regia di Barbara Manni.
Le proiezioni accompagneranno la degustazione dei prodotti enogastronomici, in un ambiente creativo con proposte che “coccolano palati, saziano il corpo, scaldano il cuore e stimolano sensazioni e ricordi”.

Ri-cosciamoci è anche l’occasione per un confronto su quanto il Cineturismo stia diventando un rilevante mezzo di sviluppo economico per tutti gli attori di questo settore; un trend in ascesa che ha già investito la scena del turismo internazionale e che si sta sviluppando anche in Italia. Un modo alternativo per condividere e sostenere produzioni audiovisive, eventi culturali, musicali, artistici in generale mirati e strutturati che sostengano il territorio come possibile modello di sviluppo economico attraverso il turismo.

Al termine della cena gli ospiti saranno accompagnati nella sala degli specchi dell’Hotel AbanoRITZ dove li attenderà un momento musicale unico nel suo genere

TRIO LENNON - quando i Beatles mettono il frac…

A cavallo tra la musica classica, quella raffinata, magistralmente interpretata da Luca Marziali al violino, Roberto Molinelli alla viola e Alessandro Culiani al violoncello, e il pop, quello immortale dei Beatles.

Sarà un'occasione per pochi, limitati spettatori, di assistere alla presentazione ufficiale del singolo / videoclip "Come Together" (Lennon, McCartney): i Beatles mettono il Frac e lo fanno sotto la sapiente e nobile guida del M° Molinelli, curatore ed esecutore degli arrangiamenti.


 



The Sickle

 "At a time"

regia di Massimo Toniato

con la partecipazione di Alex Zanardi

photos by Luigi Pietro Scantamburlo


                    


Il film vuole contribuire a  diffondere un messaggio di prevenzione e guida sicura sulla strada, teatro di troppe tragedie spesso dovute all’imprudenza o ad atteggiamenti irresponsabili valorizzando strumenti propri del linguaggio giovanile e nuove occasioni di riflessione sul tema.

http://vimeo.com/41640051


 


 

I giochi degli altri

“I giochi degli altri” narra la storia di un dramma, di un incidente dovuto all’atteggiamento irresponsabile e alla superficialità di un ragazzo che porta alla disabilità permanente di una bambina, per sensibilizzare i giovani alla responsabilità enorme che comporta  il muoversi su strada.
Una storia ad alto contenuto emotivo  che invita a riflettere sui cambiamenti della società e delle nostre abitudini.

Una Produzione FilmArt Studio

in collaborazione con il Comune e il  Il Corpo Polizia Municipale  di Padova

Un film realizzato con il contributo della FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PADOVA E ROVIGO

e la partecipazione della: SCUOLA MEDIA BETTINI - PADOVA - LICEO SCIENTIFICO ROMANO BRUNI- PADOVA


REGIA  Francesco Mansutti
SCENEGGIATURA Daniele Zanon
FOTOGRAFIA Giovanni Andreotta- Daniele Gobbin
PRODUZIONE ESECUTIVA Barbara Manni - Annapaola Facco
MONTAGGIO  Francesco Mansutti
MUSICHE   Daniele Zanon

con:

Vasco Mirandola, Letizia Maria Piva, Paolo Franciosi, Isabella Bontorin Valeria, Paolo Franciosi, Daniele Mazzola, Alessandro Salvo e la partecipazione di Alex Zanardi


                    

Over the logic- "A piece of your heart"

“A piece of your heart” è la canzone vincitrice MEETEEN MUSIC FESTIVAL, mentre il videoclip è il premio vinto dalla band padovana ed è stato realizzato da Massimo Toniato e prodotto da FilmArt Studio. Il brano si presenta come una carezza calda e blueseggiante, estremamente maliziosa e accattivante. Un brano forse fuori dal tempo, con un gusto retrò molto Doors con pennellate Hendrixiane negli assoli, ma che non sa assolutamente di vecchio. I ragazzi sono giovani e la strada è ancora inesplorata ma affondano le loro radici musicali nelle vibrazioni di band immortali come Pink Floyd e Doors, quindi non ci sono dubbi che da tale imprinting non possa che nascere qualcosa di grandioso.

29 settembre 2012 - Meeteen Music Festival

 


        

Andata e ritorno

Un diario personale ritrovato per caso, una sofferta storia d’amore “letta” attraverso gli occhi di un bambino: il ponte gettato tra età adulta ed infanzia diviene occasione di gioco ma anche di crescita dolorosa, perché lo sguardo che si apre sulla realtà fa sognare ma aiuta a capire ciò che non vorremmo mai sapere. Fa da sfondo a questa “perdita d’innocenza” una decadente, solitaria stazione ferroviaria.

Una produzione FilmArt Studio

Genee: cortometraggio

Soggetto e sceneggiatura: Barbara Mannni-Isabella Carpesio

Regia: Isabella Carpesio

Fotografia: Giovanni Andreotta

Music Composer: Paolo Agostini

Con la partecipazione di : Emilia Vecchi e Nicola Giannini

 


                       

Diesis Atelier

Giovanni Lazzaro, Maestro liutaio,  opera da venticinque anni a Padova, nel campo della produzione, riparazione e restauro di pregiati strumenti ad arco (violini, viole e violoncelli).
La sua attività ha richiamato l`attenzione di numerosi musicisti, ensanble ed orchestre, anche di fama internazionale, che si affidano all`Atelier Diesis per ogni tipo d`intervento correlato all' acquisto, vendita, messe a punto acustiche, perizie, stime, coperture assicurative degli strumenti

Una produzione FilmArt Studio - 2010

Regia : Barbara Manni

Fotografia : Lorenzo Pezzano

Editing: Nicola Pittarello

 

www.atelierlazzaro.com


                    

Lo scrigno delle carni

Una produzione FilmArt Studio 2010

Genere: spot tv 30"

regia: Antonello Belluco

fotografia: Nicola Pittarello-Daniele Gobbin

 


                 


The Knight

 


 

The Knight

Una produzione FilmArt Studio 2008

Genere: Cortometraggio. Durata 6' -

Location Castello Cini di Monselice- Padova

Regia: Antonello Belluco

Fotografia: Giovanni Andreotta

DVC Pro HD Varicam ' 2008

Music composer: Paolo Agostini

Medioevo oscuro e violento fatto di spada e d’amore, di timore e speranza. Nulla di così diverso tra ciò che accade oggi e ciò che accadde poco meno di un millennio fa.  La storia di un cavaliere che continua a credere nella sua famiglia anche se una storia d’amore lo coglie silenziosamente confuso nel tramonto della sua vita. Sarà forse proprio salvato da un angelo guerriero: Kate, sua figlia. La storia di un uomo che è cosciente della caducità della vita ma che comunque guarda innanzi. Come tutti ha il desiderio di lasciare una propria impronta su questo libro dell’umanità per non essere abbandonato nella fossa comune dell’oblio della dimenticanza.

 


                    

About Us

FilmArt Studio Srls
Padova
PI/CF 05038260286
website: softCA 2006-2017


Sede operativa
Piazzetta Modin 1, 35129 Padova
+39 340 4183312
+39 049 5919331
info@filmandartstudio.com

Stay In Touch

Quick Links